Bitcoin incrocia 22.000 dollari per la seconda volta

La Bitcoin ha superato il suo massimo storico oggi, superando brevemente i 22.000 dollari, prima di scendere a livelli intorno ai 21.800 dollari.

Ora ha superato i 22.000 dollari ancora una volta e al momento della stesura del presente documento era scambiato a 22.091 dollari.

Il livello di ottimismo intorno alla più grande moneta criptata

Il livello di ottimismo intorno alla più grande moneta criptata del mondo era estremamente alto, in quanto molti nella comunità dei crittografi si sono rivolti a Twitter per esprimere il loro sentimento.

#Bitcoin sta pompando sopra i 22k. I tori si preparano a correre liberi.

Il Bitcoin è salito del 12,5% nelle ultime 24 ore, dopo aver superato il suo precedente massimo storico solo poche ore prima, superando i 20.000 dollari e poi i 21.000 poco dopo.

A questi livelli di prezzo, anche gli interessi aperti aggregati dei futures di BTC sulle principali borse hanno raggiunto i massimi storici.

Bitcoin ha superato il suo massimo storico di 19.700 dollari

In questo giorno, tre anni fa, Crypto Code ha superato il suo massimo storico di 19.700 dollari, e confrontando i grafici dei prezzi del 2017 con quelli di oggi, questo aumento parabolico dei prezzi appare molto simile al movimento dei prezzi del 2017.

Secondo l’analista a catena Willy Woo, l’immensa quantità di acquisti di FOMO sul mercato ha spinto il prezzo del Bitcoin verso l’alto, poiché ha sopraffatto gli acquirenti di profitto e ha spostato il prezzo verso l’alto.

Molti hanno anticipato che il mercato sarebbe diventato più rialzista d’ora in poi, dato che il prezzo ha superato i precedenti massimi di tutti i tempi e continua a creare molto FOMO per gli investitori.

Tuttavia, ci potrebbero essere delle liquidazioni incrementali a questi livelli di prezzo, in quanto un grafico di Crypto Quant conferma che BTC All Exchanges Inflow Mean ha raggiunto un picco di nove mesi dopo il sell-off di marzo.

$BTC All Exchanges Inflow Mean (Fine giornata) ha raggiunto i nove mesi dal grande sell-off di marzo.